Da sempre vicini al mondo di Quarta Categoria prima e della DCPS poi, il Presidente dell’AC Reggiana 1919  Luca Quintavalli e l’Amministratore Delegato Mauro Carretti, al termine del loro mandato, scaduto in data odierna, hanno voluto inviare un personale messaggio alla città di Reggio Emilia in occasione della conferenza stampa che si è svolta nella sede Olmedo di Ghiardo di Bibbiano.

In essa non sono mancati i ricordi e le citazioni all’attività svolta insieme, in cui si è manifestata tutta la sensibilità ed il loro coraggio. Un sentito ringraziamento da parte della DCPS ai due dirigenti di altissimo valore il cui contributo all’evoluzione dello sport come strumento di inclusione sociale sarà sempre determinante.

“Parlando di inclusione e di responsabilità sociale, posso ammettere che in questi anni non ci sarebbero stati così tanti sorrisi se non avessimo condiviso con lo sport i valori d’accoglienza propri di Reggio Emilia, città delle persone, esaudendo il desiderio più profondo di tanti ragazzi meno fortunati: giocare a calcio. La vita non è semplice per tutti, negando ad alcuni il diritto di vivere le gioie più semplici; penso ai ragazzi di Quarta Categoria in grado di giocarsi oggi un campionato riconosciuto dalla FIGC, ai ragazzi fragili mai andati allo stadio che possono oggi vivere coi tifosi cori ed esultanze di un gol, ad associazioni di volontariato che hanno abbracciato il nostro percorso condividendo pagine di storia e di calendario: queste cose DEVONO RIMANERE come punti fermi di un amore nato dal calcio e rivolto alla gente”.

Clicca per leggere l’articolo